CATANIA-LE PRESSIONI INDEBITE DI BIANCO & C: "NE VA DELLA SUA PERSONALE CONDIZIONE". E CHI NON CI STA...VIA.
Guido Fawkes
28/01/2017 10:11

Apprendiamo oggi dalla stampa locale di intimidazioni telefoniche esercitate da uomini politici e burocrati di primo piano, appartenenti all’Amministrazione comunale di Catania, nei confronti di un funzionario pubblico, affinché esegua un ordine.”

Chi mi multa lo Stato? Ne va della sua condizione…”. Queste alcune espressioni trapelate dai cd consegnati alla magistratura, contenenti la registrazione della telefonata tra l’uomo politico e il dirigente. Il contesto in cui si muovono questi personaggi e in cui è inserita la telefonata riguarda la questione delle inadempienze contrattuali di Ipi Oikos. Pesanti le intimidazioni subite dal funzionario  per convincerlo a non emettere multe milionarie nei confronti dell’azienda.

Sempre di qualche giorno fa l’altra notizia di un assessore del Comune di Catania che, sempre al telefono, minaccia un imprenditore catanese al quale chiede di promettere la propria intercessione nei confronti di un consigliere comunale. 

A questi fatti non vogliamo aggiungere dettagli, peraltro già di dominio pubblico, né vogliamo entrare nel merito di quest’ultimo scandalo che stamattina ha svegliato la città. 

Il Movimento 5 Stelle di Catania fa soltanto alcune riflessioni e si chiede, per esempio, cosa ancora e per quanto tempo ancora la nostra città debba restare ostaggio di una classe politica che continua ad usare metodi a dir poco “discutibili”.

In mezzo a questa marea maleodorante,  per fortuna, ci sono persone perbene, che tengono la testa in su.

Noi ci rivolgiamo a questi cittadini affinché non si sentano soli.

Catania è inquinata, ha bisogno di respirare aria pulita e, per farlo, va liberata subito dall’amministrazione Bianco.

Il Movimento 5 Stelle di Catania ripone la massima fiducia nella magistratura e chiederà un incontro al nuovo Prefetto, per proporre ufficialmente che venga al più presto inviata una commissione d’accesso al Comune di Catania”.

Ecco quanto viene dichiarato dal Movimento 5 Stelle, in ordine a quanto sta emergendo circa i metodi poco ispirati alla trasparenza e alla democrazia di chi ha responsabilità di governo e del proprio staff a Catania.

Un periodo non positivo per Bianco & C.

Prima Muscarà, accusato di bancarotta fraudolenta, messo a capo della Pubbliservizi e dimesso (per finta) dopo essere stato travolto dall'inchiesta. Ancora a governare la partecipata pubblica senza rossore come se nulla fosse successo.

Poi Girlando, ex assessore e uomo di punta della giunta Bianco. Accusato di concussione per avere minacciato una ditta, poi fatta fallire, per cercare di condizionare il voto del consigliere comunale Manlio Messina.

Adesso le telefonate minacciose. E da quanto si apprede dalla stampa, pare che il metodo delle minacce (tentate o meno) ovvero concussione nel caso di pubblici ufficiali, non sarebbe un caso isolato, ma come appare dai racconti, una fenomenologia sistemica, di coloro i quali sentendosi potentissimi e intoccabili possano permettersi tutto e di tutto...tanto...

 

Ecco cosa riferisce la testata La Spia Press sull'argomento:

Il contesto in cui si inseriscono le due telefonate rivelate da SudPress è il seguente:

da un lato c'è La Liotta che si è resa protagonista nell'affaire multe alla IPI-OIKOS e ai suoi commissari, perché tramite indebite pressioni fatte al dottore Salvatore Cocina, avrebbe voluto evitare che venissero spiccate le multe per un totale di 18 milioni di euro. Le multe nella fattispecie, sarebbero state detratte dai compensi mensili dovuti dal Comune alla stessa ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti. Appare palese la volontà di provocare un danno erariale alle disastrate casse comunali già in pre-dissesto.

In una delle due telefonate intercettate, abbiamo ascoltato, insieme ad altri professionisti, le indebite pressioni che la Liotta esercita sul dottore Cocina, per rimuovere la dottoressa Balsamo, che aveva quantificato le inadempienze contrattuali Ipi Oikos.

Stremato e nauseato, crediamo, il Cocina ribatte alla Liotta che non avrebbe rimosso, lui, la Balsamo e che avrebbe dovuto d'imperio provvedere lei stessa.Pressioni a parte, il dottore Cocina riesce a fare le determine dirigenziali per spiccare le multe, lavoro che verrà vanificato dal nuovo intervento della Liotta che procederà all'annullamento delle stesse. È ovvio che la responsabilità di tale azione manigolda avrà trovato certamente in Enzo Bianco l'ispiratore e l'ideatore.

Le minacce mafiose di Enzo Bianco

Veniamo così alla telefonata che potrebbe fare perdere la poltrona al sindaco. Un imbarazzato e quasi balbettante Salvatore Cocina, risponde al telefono ad un risoluto e minaccioso Enzo Bianco. Lamenta il sindaco Bianco di avere accolto Salvatore Cocina con le migliori intenzioni, ma lui vuole fare il cane sciolto, vuole fare di testa sua e questo non va bene.

Le multe milionarie ad Oikos e ai Commissari "che mi multa lo Stato?", stizza un velenoso Enzo Bianco, devono essere annullate. E quella che sembra essere una poco velata minaccia, arriva in chiusura della telefonata: "Ne va della sua condizione"  sono le ultime parole del sindaco, dopo di che saluta gelidamente il funzionario e chiude la conversazione. Dall'altro lato della cornetta immaginiamo un attonito Cocina.

Passa qualche giorno dalla telefonata e incontriamo Salvatore Cocina, che ci riferiva di essere stato licenziato per telefono dal sindaco.

Da quanto detto, è facile intuire che dietro le azioni del sindaco ci sia un interessamento al commissariamento nella vicenda della Ipi-Oikos.” 

Attendiamo adesso di sentire le telefonate, perchè al di là dei rilievi penali, queste “disinvolte” ingerenze sottolinierebbero ben altro. E la politica opportunista tace

 

Aggiungi commento
IL FATTO
30/06/2017 20:48
L'INCHIESTA CARTELLINI ALL'OSPEDALE DI PATERNÒ DIVENTA UN CASO TRA VERITÀ E FORZATURE MEDIATICHE
29/06/2017 14:31
MARIO GIARRUSSO (M5S), A NISCEMI "PESANTE INQUINAMENTO MAFIOSO. ANNULLARE ELEZIONI AMMINISTRATIVE"
29/06/2017 10:50
In carcere da Cuffaro con falsi assistenti: processo per 28, tra cui Firrarello, Crisafulli e Mannino
28/06/2017 17:39
BOOM! IL LICENZIAMENTO FATTO CON WHATSAPP PER IL GIUDICE EQUIVALE ALLA FORMA SCRITTA. ACCOLTA L'INNOVATIVA IPOTESI GIURIDICA DEGLI AVV. LOTÀ E CASTELLI
19/06/2017 10:21
I FASCI DELLE CORPORAZIONI CONTRO LA LIBERTÀ CONSOLIDATA
10/06/2017 17:55
GIOVANNI PISTORIO E IL CONCORSO VINTO CON LE CARTE A CANNOLO
01/06/2017 12:52
MARIO CIANCIO RINVIATO A GIUDIZIO PER CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA
21/05/2017 10:33
BOMBA SULL'INCHIESTA "MARE MONSTRUM" - PARLA IL SEN. GIARRUSSO
19/05/2017 23:22
INCHIESTA SIREMAR. NEL TRITACARNE LA VICARI E CROCETTA
09/05/2017 17:11
MIGRANTI. ZUCCARO, TITOLARE INCHIESTA CARA MINEO: "indagini provano interessi delle mafie per soldi accoglienza"
06/04/2017 8:07
AFFARI COSTITUZIONALI: LE PRIME DICHIARAZIONI DI SALVO TORRISI.
05/04/2017 20:21
SALVO TORRISI È IL NUOVO PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AFFARI COSTITUZIONALI E DIVENTA CASO NAZIONALE. IL PD MINACCIA LA CRISI. ALFANO LO INVITA A DIMETTERSI. RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE.
10/02/2017 16:18
CONTROCORRENTE SULLA PATATA BOLLENTE. "CASTIGAT RIDENDO MORES", GENIALITÀ DEL TITOLO...E NOI SIAMO CON FELTRI
29/01/2017 14:01
IL RE È NUDO. MATTEO IANNITTI INTERVIENE SU BIANCO.
28/01/2017 10:11
CATANIA-LE PRESSIONI INDEBITE DI BIANCO & C: "NE VA DELLA SUA PERSONALE CONDIZIONE". E CHI NON CI STA...VIA.
12/01/2017 12:43
L'AMMINISTRATORE UNICO DI PUBBLISERVIZI SALVATORE MUSCARÀ INDAGATO PER LA BANCAROTTA ALIGRUP
Altre news
OLTRE LA PRIMA PAGINA
28/06/2017 10:23
RENZI:"OCCIDENTALIS KARMA". MA LE SCOSSE TELLURICHE NEL CENTROSINISTRA CONTINUANO
27/06/2017 12:50
EDICOLA SAT - PATERNÒ, FATTA LA GIUNTA FATTA...
27/06/2017 0:00
MARIO, ANGELINO E LE ELEZIONI REGIONALI CON L'OMBRA DEL CARA MINEO
26/06/2017 10:44
EDICOLA SAT- PAPA BERGOGLIO: "Hitler è nato dal populismo" - ALLA REGIONE VOTA HITLER
26/06/2017 7:24
ADDOSTÀ IL PD, UÈ MARONNA MIA...
25/06/2017 13:15
IL GRAN RIFIUTO DI GRASSO: "RESTO AL SENATO". ORA IL PD COME LA METTE CON CROCETTA ? IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE.
24/06/2017 10:53
ULTIMORA SICILIA: IL CENTRODESTRA SU ALFANO? NON CI RESTA CHE...RIDERE
23/06/2017 15:00
PIERO GRASSO PRESIDENTE DELLA SICILIA... È COSA FATTA
22/06/2017 15:08
IL TRAINER CROCETTA DALLA PANCHINA FA ESORDIRE LUIGI BOSCO PER SOSTITUIRE PISTORIO E LASCIA LA GIUNTA BIANCO AL SUO DESTINO
22/06/2017 8:43
EDICOLA SAT: L'HORROR MOVIE DEI POLITICANTI SICILIANI
21/06/2017 18:13
IL VOLO DI ICARO DI GIOVANNI TRADÌTUTTI, DOPO LOMBARDO E CROCETTA, ORA D'ALIA
20/06/2017 18:42
IL COMUNICATO DI ANTHONY DISTEFANO: "Netto divario tra i votanti e i voti attribuiti alle liste". SORPRESE ALL'ORIZZONTE?
19/06/2017 20:55
DOPO ESSERE STATO "CACCIATO" PISTORIO SI DIMETTE
19/06/2017 10:21
I FASCI DELLE CORPORAZIONI CONTRO LA LIBERTÀ CONSOLIDATA
18/06/2017 9:23
EDICOLA SAT: REGIONE SICILIANA POLITICA E TRADIMENTI. LEGGI TUTTO
17/06/2017 12:32
LETTERA APERTA DI CROCETTA:"IMPOSTORIUM". PRECISA, ATTACCA, RILANCIA, DIFENDE LA PROPRIA IDEA DELLA POLITICA
17/06/2017 10:13
NELLA PRESUNTA CRISI DI GOVERNO, CROCETTA INIZIA A SEGNARE PUNTI
16/06/2017 14:52
FUGA DA PALAZZO D'ORLEANS...PER TORNARE ALL'ATTACCO A NOVEMBRE
15/06/2017 10:23
PATERNÒ: UN PRIMO DIFFICILE IMPEGNO, RICUCIRE LA CITTÀ PER IL PRESTIGIO E LA VIVIBILITÀ
13/06/2017 21:08
IL CASO CROCETTA/PISTORIO. L'AFFARE S'INGROSSA , SI PROFILA LA RIMOZIONE DELL'ASSASSORE...IN MANCANZA DI DIMISSIONI
13/06/2017 17:39
EDICOLA SAT, ANDIAMO A COMANDARE? ANDATE A LAVORARE!
13/06/2017 16:57
LA DEMOCRAZIA SENZA LA MAGGIORANZA DEL POPOLO? È LA DEMOCRAZIA IN SALSA SICILIANA
12/06/2017 21:49
EDICOLA SAT, UN FASCIO SFASCIATO
12/06/2017 11:05
PATERNÒ ELEZIONI, NASO VINCE CONTRO TUTTI
10/06/2017 17:55
GIOVANNI PISTORIO E IL CONCORSO VINTO CON LE CARTE A CANNOLO
10/06/2017 9:06
PATERNÒ IN ELEZIONE, EDICOLA SAT del 10 giugno - RITORNA EDICOLA SAT. IL GOSSIP
08/06/2017 22:53
ELEZIONI A PATERNÒ- INTERVISTATO DA VOI, ECCO IL DR. STRANAMORE: "Come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba"
08/06/2017 10:23
IL SINDACO DEI PATERNESI? QUESTO IL DUBBIO. IL COMMENTO
07/06/2017 11:25
LA RUSSA CI RITENTA. UN FLASHBACK DI 15 ANNI...MA IN TONO MOLTO MINORE
06/06/2017 0:42
PATERNÒ ELEZIONI: ATTENZIONE, OGGI "ABBISSAMU STA COSA". PARLANO ANCORA (LORO) DEL FAMIGERATO VIDEO...CHE FALSO NON È. ECCONE LA PROVA