APPALTI TRUCCATI E FALLIMENTI. SEQUESTRO AI MOLLICA IMPARENTATI CON UN NOTO POLITICO SICILIANO
MANLIO VIOLA E FEDERICA BRANCATO
25/06/2015 22:13

Una vera e propria organizzazione criminale che gestiva il sistema nazionale degli appalti aggiudicandosi la maggior parte delle opere pubbliche degli ultimi venti anni. sarebbe stata gestita da un noto imprenditore di origini siciliane, Pietro Mollica, con il contributo di almeno altre 15 persone, tutti imprenditori di rilievo.

Un sistema attraverso il quale si acquisivano appalti, si aprivano e chiudevano società e si ottenevano patrimoni ingenti anche attraverso fallimenti pilotati. E’ quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza di roma che oggi ha posto sotto sequestro l’enorme patrimonio dei Mollica valutato in almeno 135 milioni di euro.

Si tratta di beni mobili ed immobili, partecipazioni e numerose società, posti sotto sequestro in quanto frutto, secondo l’accusa, della commissione di reati fallimentari e trasferimento fraudolento di valori.

Secondo i risultati delle indagini degli specialisti del G.I.C.O. (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, Pietro Mollica era alla testa di una vera e propria organizzazione criminale che utilizzando il paravento di numerose società formalmente amministrate da una vasta pletora di “prestanome”, sarebbe riuscita, nel corso dell’ultimo ventennio, ad assicurarsi un elevato numero di commesse pubbliche su tutto il territorio italiano.

In definitiva Mollica e la holding criminale a lui riconducibile, secondo la Finanza, avrebbero accumulato un ingente patrimonio mobiliare ed immobiliare, del tutto incongruente con la capacità contributiva dei soggetti coinvolti. Tale sproporzione, unita alla qualificata pericolosità sociale, ha permesso di richiedere, ai sensi del “Codice Antimafia” l’applicazione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza ed il sequestro finalizzato alla confisca dell’intero patrimonio, direttamente o indirettamente a lui riconducibile.

Il sequestro riguarda il patrimonio aziendale e relativi beni di 10 società, con sedi a Roma e Venezia; le quote societarie di 3 società, con sedi legali ad Anzio (LT), Mesagne (BR) e nel Regno Unito; 40 unità immobiliari (11 fabbricati e 29 terreni) a Roma e in provincia di Messina e Varese; 11 auto e motoveicoli; rapporti bancari, postali, assicurativi ed azioni.

L’inchiesta dal crack del consorzio romano denominato AEDARS SCARL, dichiarato fallito con sentenza del Tribunale di Roma il 12 maggio 2015, appurando, tra l’altro, come, nel corso del decennio 2003-2013, la cooperativa si fosse aggiudicata una serie di importanti appalti pubblici, su scala nazionale, tra cui spiccano le commesse, allo stato in fase di esecuzione, indette dall’Ufficio del Commissario Straordinario Delegato per il rischio idrogeologico nella Regione Calabria, dall’ADR – AEROPORTI DI ROMA SPA, dall’ANAS SPA – Sicilia, dalla Regione Sardegna, dalla Provincia di Reggio Calabria, dalla Provincia di Siracusa, dal Comune di Sessa Aurunca (CE), dal Comune di Rosarno (RC) e dal Comune di Ciampino (RM), con un valore attuale degli appalti già vinti pari a complessivi 118.339.716,00 euro.

In questo ambito, lo scorso 10 marzo, lo stesso Pietro Mollica veniva sottoposto a due distinte misure cautelari personali che lo conducevano in carcere a Regina Coeli, nell’ambito dell’operazione “VARIANTE INATTESA”.

Nell’inchiesta sono stati anche sequestrati importanti documenti e verificati rapporti personali e d’affari intercorsi, nel tempo, tra Mollica ed alcuni soggetti legati a diversi gruppi malavitosi, anche di matrice mafiosa, tra i quali, in particolare, spiccano gli imprenditori: Francesco Scirocco, 50 anni, ritenuto membro del clan messinese dei Barcellonesi, tra i soci fondatori dello stesso CONSORZIO AEDARS; Vincenzo D’Oriano, 50 anni pregiudicato mafioso e presunto affiliato al clan camorristico dei Cesarano, amministratore di fatto di una delle consorziate dell’ente.

Il Consorzio AEDARS, inoltre, prima del fallimento aveva subito la misura interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Roma, ma poi annullata prima dalla sentenza del TAR Lazio e, successivamente al ricorso proposto dal Ministero dell’Interno e dalla Prefettura di Roma, dalla sentenza del dicembre 2014 del Consiglio di Stato.

Ma chi sono i fratelli Mollica ce lo dice il settimanale messinese CENTONOVE DEL 15-11-13:

“Le ultime notizie filtrate segnalavano la presenza, in piena campagna elettorale per le regionali siciliane, nella loro villa di Gioiosa Marea, dell’ex ministro Totò Cardinale, consuocero di uno dei fratelli Mollica e la figlia Daniela, eletta poi alla Camera, con un codazzo di politici del Pd regionale al seguito, da Francantonio Genovese, a Giuseppe Laccoto, a Franco Rinaldi e una spruzzata di sindaci del litorale tirrenico e nebroideo. Ma per la premiata ditta fratelli Mollica & c., dopo una dettagliata relazione dell’Antimafia di Roma, arriva una nuova tegola giudiziaria. ll Comune di Milano il 16 ottobre 2013 ha letteralmente stracciato il contratto che legava Palazzo Marino al Consorzio Aedars, per la costruzione di 48 alloggi di edilizia sociale in via Cogne, nel popoloso quartiere di Quarto Oggiaro. A insospettire i funzionari del comune di Milano, la sede amministrativa del consorzio, domiciliata nella lussuosa via Tiziano a Roma, mentre la sede operativa risultava a Piraino, la città natale dei fratelli Mollica. I controlli sono scattati a seguito di due determine del Comune di Milano, su lavori appaltati nel 201 1, che hanno fatto lievitare l’importo dei lavori sopra i sei milioni di euro: superati i cinque milioni scattano infatti le indagini incrociate. Dalla relazione dell’Antimafia, sarebbe emerso che il Gruppo “risulterebbe ancora oggi legato al clan dei barcellonesi, per conto del quale operava Francesco Scirocco, coinvolto a Messina nell’operazione ‘lcaro’”. A fare scattare l’allarme degli inquirenti, la capacità camaleontica del gruppo imprenditoriale che figura nel corsorzio che ha appaltato i lavori attraverso la Fracla srl, di cui risulta titolare al 98% delle quote Francesco Davide Mollica, 26 anni. ll due per cento è invece intestato alla suocera di Pietro Mollica, uno dei tre fratelli. Lavori da parte del gruppo sono segnalati anche a Como, a Reggio Calabria, dove la prefettura ha rilevato la presenza del gruppo di una società, con sede ad Antinomia, con interdittiva antimafia e alla Darsena di porto Empedecle, dove la Prefettura di Agrigento ha segnalato presenze “mafiose” nei lavori che il Gruppo sta portando a termine. I Fratelli Mollica balzarono alla ribalta della cronaca con l’esplosione del “Caso Messina”: avevano fatto eleggere al Comune di piraino, che controllavano direttamente, un loro dipendente di 19 anni, Antonio Granata, il “sindaco più giovane d’ltalia. Piraino fu il primo comune a Messina ad essere poi sciolto per ‘infiltrazioni mafiose,’ dall’allora ministro Enzo Scotti. I rapporti frequenti dei Mollica con l’ex sottosegretario all’lnterno Angelo Giorgianni, costrinsero poi il magistrato, eletto nel collegio di Fano-Senigallia per la lista Rinnovamento ltaliano di Dini, alle dimissioni: firmò il decreto l’allora presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro. Ma se è vero che alcuni tribunali, come quello di Reggio Calabria dove il fascicolo Siaf, dopo una serie di incredibili ping pong giudiziari, era rimbalzato per la presenza nell’inchiesta dell’allora magistrato, Giovanni Serraino, ne ha decretato l’assoluzione, i Mollica hanno continuato a operare con nuove società: come e più di prima, in Sicilia e in Continente. Un alibi perfetto per la politica siciliana, per mettersi in fila tra camerieri in livrea, coppe di champagne, limousine e musiche che ricordavano tante le arie de “ll Padrino”, nel villone hollywodiano di Gioiosa Marea”.

ARTICOLI CORRELATI:

IN MANETTE L’IMPRENDITORE MOLLICA. IN SICILIA CERTA POLITICA TREMA

POLITICA SICILIANA: SIAMO AL BIG BANG?

 

 

 

Aggiungi commento
IL FATTO
25/04/2019 11:32
FALSA L'INTERCETTAZIONE CONTRO SIRI? CHI DETTA LA LINEA POLITICA IN TALIA?
22/04/2019 13:44
IL M5S ALZA IL TIRO CONTRO SALVINI: "LE MAFIE E LA LEGA"
18/04/2019 19:37
DI MAIO: «ABOLIREMO LA POVERTÀ», LA MIA L'HO GIÀ ABOLITA. QUANTO GUADAGNA GIGGINO?
11/04/2019 12:04
NUOVO OBIETTIVO SUI SOCIAL. 10800 LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK. WHO WE ARE
10/04/2019 18:12
DOPO GLI ANNUNCI ... SOLO GLI ANNUNCI
08/04/2019 22:14
Il prezzo della benzina alle stelle e le accise di Salvini sono sempre là
08/04/2019 20:22
HAVVOCATI? IL GIUSTIZIERE MARAVIGNA
04/04/2019 23:13
IL GARANTE: ROUSSEAU VOTO MANIPOLABILE. IN SICILIA CAOS EUROPARLAMENTARIE M5S. NEL MIRINO CANCELLERI
31/03/2019 23:28
I PADRINI DEL “M5S”, L'OMBRA DI BILDEMBERG
22/03/2019 13:33
PARLA IL FILOSOFO A ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ BECCHI: ''L'ARRESTO DI DE VITO È LA FINE DEL M5S DI CASALEGGIO E GRILLO''
22/03/2019 1:08
STORIA DI ROMA: QUANDO ARBITRO DA' PUNIZIONE PENTIMENTO NON VALE PIU'
21/03/2019 13:26
RAGGI: MARRA, LANZALONE, DE VITO «IO SONO LA GARANTE DELLA LEGALITA'»
13/03/2019 13:08
IL PATTO ITALIA-CINA E L'ASSETTO GLOBALE
12/03/2019 11:29
ALL'ITALIA NON IMPORTA DELLA SICILIA, FACCIAMOCI ADOTTARE DALLA CINA
08/03/2019 9:07
VOLANO GLI STRACCI NEL GOVERNO. AL VOTO, AL VOTO
08/03/2019 1:02
GAME OVER?
Altre news
OLTRE LA PRIMA PAGINA
17/04/2019 14:57
IMPERDIBILE L'INTERVISTA A SALVINI SULLA 7, L'HA VISTA SOLO IL 6%. LA RIPROPONIAMO
17/04/2019 0:12
TELEGIORNALE DEL 16 APRILE
15/04/2019 12:06
È NORMALE CHE IN ITALIA IL PRIMO PARTITO DIPENDA DA CA$ALEGGIO? INTERVISTA VIDEO A NICOLA BIONDO
11/04/2019 22:01
GOVERNO? VIENI AL CABARET. IL TABELLONE DELLO SPETTACOLO
11/04/2019 12:04
NUOVO OBIETTIVO SUI SOCIAL. 10800 LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK. WHO WE ARE
10/04/2019 22:57
TELEGIORNALE DEL 10 APRILE
10/04/2019 18:12
DOPO GLI ANNUNCI ... SOLO GLI ANNUNCI
09/04/2019 16:23
TELEGIORNALE DEL 9 APRILE
09/04/2019 10:44
Di Maio: "Preoccupato per deriva ultradestra della Lega"
08/04/2019 22:14
Il prezzo della benzina alle stelle e le accise di Salvini sono sempre là
08/04/2019 20:22
HAVVOCATI? IL GIUSTIZIERE MARAVIGNA
08/04/2019 19:27
TELEGIORNALE DEL 8 APRILE
07/04/2019 21:40
Rousseau. Perché la democrazia diretta del M5S è un pericolo. L'Approfondimento e i documenti
05/04/2019 17:37
TELEGIORNALE DEL 5 APRILE
04/04/2019 23:13
IL GARANTE: ROUSSEAU VOTO MANIPOLABILE. IN SICILIA CAOS EUROPARLAMENTARIE M5S. NEL MIRINO CANCELLERI
04/04/2019 19:39
TELEGIORNALE DEL 4 APRILE
04/04/2019 15:33
SPOT GOSSIP: GIGGINO IN CAMPORELLA MENTRE BACIA LA SUA BELLA
03/04/2019 18:08
TELEGIORNALE DEL 3 APRILE
03/04/2019 10:46
DE VITO CONTROLLAVA LA GIUNTA RAGGI
02/04/2019 23:38
TELEGIORNALE DEL 2 APRILE
02/04/2019 22:27
Il sistema Casaleggio. Partito, soldi, relazioni: ecco il piano per manomettere la democrazia. Il nuovo libro di Biondo e Canestrari
02/04/2019 18:14
RAGALNA: UOMINI CONTRO. CI RISPONDE IL SINDACO CHISARI
01/04/2019 18:00
TELEGIORNALE DEL 1 APRILE
01/04/2019 13:07
DIBBA: ATTACCO AL M5S-AZIENDA. LE FRASI SENTINELLA . MA NESSUNO NE PARLA
31/03/2019 23:28
I PADRINI DEL “M5S”, L'OMBRA DI BILDEMBERG
29/03/2019 19:27
INSTANEWS
29/03/2019 16:10
TELEGIORNALE DEL 29 MARZO
28/03/2019 21:54
Il Papa non riceve Salvini: cambi linea. No all’udienza finché insiste nel respingere i profughi. Vicepremier in pressing
28/03/2019 16:00
RAGALNA: IL GRANDE DUELLO
28/03/2019 15:03
TELEGIORNALE DEL 28 MARZO
27/03/2019 21:16
Melilli, Fabio La Ferla: “Domani un consiglio comunale segreto che desta sospetti e che fa dimenticare la politica del buon senso”
27/03/2019 15:57
TELEGIORNALE DEL 27 MARZO
27/03/2019 15:36
INSTANEWS
27/03/2019 14:41
«La notte della sinistra. Da dove ripartire». Mirabile opera di Federico Rampini
27/03/2019 9:43
E ADESSO LE EUROPEE. LE GRANDI MANOVRE
26/03/2019 19:44
TELEGIORNALE DEL 26 MARZO
26/03/2019 12:53
INSTANEWS
26/03/2019 7:42
TELEGIORNALE DEL 25 MARZO
24/03/2019 20:11
QUANTA FRETTA MA DOVE CORRI...VERSO L'AFFONDAMENTO LENTO DEL M5S
22/03/2019 22:25
MARIO GIARRUSSO IMPUTATO COATTO A CATANIA
22/03/2019 17:51
DISSESTO CATANIA, CHI DARA' UNA MANO ALLA CITTA'? DI SALVO RISPONDE A POGLIESE
22/03/2019 13:33
PARLA IL FILOSOFO A ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ BECCHI: ''L'ARRESTO DI DE VITO È LA FINE DEL M5S DI CASALEGGIO E GRILLO''
22/03/2019 1:08
STORIA DI ROMA: QUANDO ARBITRO DA' PUNIZIONE PENTIMENTO NON VALE PIU'
21/03/2019 13:26
RAGGI: MARRA, LANZALONE, DE VITO «IO SONO LA GARANTE DELLA LEGALITA'»
21/03/2019 12:58
LA ZUPPA DI PORRO: DIROTTAMENTO SCUOLABUS, SALVINI SALVATO, DE VITO & C.
20/03/2019 14:04
M5S NON DIRE GATTO SE NON L'HAI NEL SACCO. IL CASO DE VITO
20/03/2019 13:46
ZUPPA DI PORRO DI OGGI
19/03/2019 21:44
TELEGIORNALE DEL 19 MARZO
16/03/2019 7:23
Il difficile mestiere di rapper se ti chiami La Russa
16/03/2019 7:06
TELEGIORNALE DEL 16 MARZO
16/03/2019 6:07
CHI PAGA PER IL REDDITO DI CITTADINANZA?
15/03/2019 11:42
TELEGIORNALE DEL 14 MARZO
13/03/2019 22:12
ELEZIONI EUROPEE SICILIA: MICCICHE' COMUNICA
13/03/2019 14:32
Di Battista rompe con Di Maio: "Questioni personali" (?). Pericolo per il M5s
13/03/2019 13:08
IL PATTO ITALIA-CINA E L'ASSETTO GLOBALE
12/03/2019 21:50
TELEGIORNALE DEL 12 MARZO
12/03/2019 11:29
ALL'ITALIA NON IMPORTA DELLA SICILIA, FACCIAMOCI ADOTTARE DALLA CINA
11/03/2019 20:47
TELEGIORNALE DEL 11 MARZO
11/03/2019 10:37
Il vero governo è Casaleggio – Salvini, Di Maio solo una comparsa
10/03/2019 22:49
IMPERDIBILE L'ALBUM DELLA LINEA TAV TUTTI I RETROSCENA
10/03/2019 3:01
LA MEGLIO SUPERCAZZOLA
08/03/2019 20:55
TELEGIORNALE DELL' 8 MARZO
08/03/2019 9:07
VOLANO GLI STRACCI NEL GOVERNO. AL VOTO, AL VOTO
08/03/2019 1:02
GAME OVER?
07/03/2019 23:38
Un'altra strada. Idee per l'Italia di domani. Il libro di Matteo Renzi in testa ai più venduti.
07/03/2019 21:58
TELEGIORNALE DEL 7 MARZO
07/03/2019 16:39
IL VOTO DI SCAMBIO C'E' ANCHE QUANDO NON SEMBRA. FINE DELLA DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA.
07/03/2019 10:52
JURASSIC PD. RESTAURAZIONE E ROTTAMAZIONE DEI 40ENNI
06/03/2019 16:28
TELEGIORNALE DEL 6 MARZO
06/03/2019 15:30
2013 LE FOTO SEXI, 2019 I VIDEO HARD. MA CHI È GIULIA SARTI?
05/03/2019 20:09
GOVERNO: CHI VINCE E CHI PERDE DOPO UN ANNO. L'ANALISI
05/03/2019 19:52
TELEGIORNALE DEL 5 MARZO
04/03/2019 19:56
TELEGIORNALE DEL 4 MARZO
04/03/2019 3:23
RIMBORSOPOLI, DI MAIO: «NOI NON FACCIAMO SCONTI A NESSUNO» ma poi... spunta anche la notizia di video hard
01/03/2019 16:48
TELEGIORNALE DEL 1 MARZO
01/03/2019 16:18
LEGA - M5S PROVE DI SEPARAZIONE?
28/02/2019 17:43
TELEGIORNALE DEL 28 FEBBRAIO
27/02/2019 20:32
LA FABBRICA DEGLI E/ORRORI ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️: PHOTOSTORIES
27/02/2019 18:38
TELEPEGASO TG DEL 27 GENNAIO
27/02/2019 10:50
SARTI-CASALINO FOTOGRAFIA DEL M5S. HONESTÀ HONESTÀ C'È QUALCOSA CHE NON VÀ
26/02/2019 19:41
Mo Vi Mento. BOOM! RIMBORSOPOLI: GIULIA SARTI M5S AVREBBE DICHIARATO IL FALSO?
26/02/2019 15:43
TELEPEGASO TG DEL 26 GENNAIO
26/02/2019 12:13
L'OPA DI SALVINI SUL M5S. IL PIANO PER CANCELLARE I GRILLINI
25/02/2019 16:10
TELEPEGASO IL TG DEL 25 GENNAIO
25/02/2019 1:06
M5S: L'ALBUM DI UNA TRAGEDIA
24/02/2019 15:58
DIVENTERA'??? COSA NON SI SA, SARA' COME L'ARCA DI NOE'? MUSUMECI A CONGRESSO E STANCANELLI CON UN PIEDE FUORI DA DB
24/02/2019 3:45
PIANO MANETTARO DI DAVIGO. LA SUA IDEA DI GIUSTIZIA
22/02/2019 17:55
TELEPEGASO TG DEL 22 GENNAIO
22/02/2019 4:30
Parla l’ex: "I grillini? Sono solo una scatola vuota". Intervista a Nicola Biondo
21/02/2019 17:40
TELEPEGASO TG DEL 21 FEBBRAIO
21/02/2019 13:21
CHIRICO: "I 5 Stelle sono un prolungamento della Lega. Se perdono la poltrona, dai banchi parlamentari passano a quelli del gelato davanti a Montecitorio"
21/02/2019 12:28
MELILLI, LA FERLA REPLICA ALLA MAGGIORANZA DOPO ARRESTO SINDACO E SUO VICE
20/02/2019 18:00
ISTANT NEWS DEL 20 FEBBRAIO «M5S DOPO LA CURA SALVINI»
20/02/2019 13:00
IL CAMBIAMENTO, EVOLUZIONE ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ DA LEGA...LITA' A LEGA
19/02/2019 20:20
CASTA CONTINUA A ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
18/02/2019 23:24
«Attenzione post che induce ulcera» di Federico Pizzarotti. ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️: Salvini non si processa
18/02/2019 18:55
TELEPEGASO TG DEL 18 FEBBRAIO
18/02/2019 14:20
IL GRILLO PARLANTE VS. M5S
16/02/2019 6:07
GILET GIALLI E GRILLINI ALLEATI NELLE STRATEGIE POLITICHE. ANCHE QUELLE GOLPISTE?
14/02/2019 12:16
POLITICA DOMANI